A tre o quattro anni, all'asilo, disegnai un cavallo ritto sulle zampe posteriori.

I miei compagni mi presero in giro perché l'avevo fatto in equilibrio sulla punta degli zoccoli. Dicevano che era impossibile per lui reggersi dritto così.

Io invece ero contenta di quel cavallino impossibile e non l'ho mai corretto.

Sono nata nel 1956 a Chieti, in Abruzzo. Due anni dopo la mia famiglia si è trasferita a Torino, dove ho sempre vissuto. 

Nel 1982 con alcune colleghe amiche fondo A Caval Teatro un gruppo di ricerca e sperimentazione teatrale per i Servizi Educativi del Comune. Il laboratorio diventa presto un punto di riferimento formativo educativo e teatrale a Torino e non solo, per l'alta qualità dei progetti realizzati. 

Artisticamente mi formo col Maestro Giacomo Soffiantino, seguendone per tre anni le lezioni di nudo e incisione.

Proseguo la mia formazione permanente con i Maestri della Scuola d'Illustrazione di Sarmede, la Scuola di pittura della Pinacoteca dell'Accademia Albertina di Belle Arti di Torino, il Maestro stampatore Giancarlo Busato, il Print Club di Torino, l'artista Paolo Galetto.

Espongo disegni e acquerelli in collettive a Torino, a Milano e Adelfia (BA) presso gallerie, circoli culturali, librerie.

Con l'acquerello Neve  ottengo il secondo premio per la sezione Acquerello nel Concorso Internazionale di Pittura, Disegno, Grafica e Acquerello Metropoli di Torino, VI edizione, Anno 2016, indetto da Arte Città Amica. 

L'incisione alla cera molle Inverni è selezionata per il catalogo Biennale 2020 Premio Diego Donati, Perugia.

Nel 2011 ottengo il primo posto nella sezione Cantiere del Premio nazionale di poesia Renato Giorgi. Due anni dopo sono seconda finalista nella sezione Silloge inedita, con la raccolta Centimetri.

Un cavallino ritto sulle zampe posteriori